Gli inlay sono intarsi coronari di dimensioni limitate che si utilizzano soprattutto quando, pur essendo ampia la carie, il tessuto dentale circostante è invece sano. In questi casi l’inlay è preferibile all’otturazione in composito perché questa potrebbe non avere la giusta resistenza e sarebbe superfluo rimuovere il tessuto sano.

La tecnica dell’inlay è simile a quella dell’otturazione, con la differenza che è necessaria l’impronta del dente. Con l’impronta l’odontotecnico in laboratorio realizza l’inlay con la porcellana, resina oppure oro. A questo punto l’inlay è pronto per essere applicato sul dente.

Il vantaggio dell’inlay rispetto all’otturazione consiste nel fatto che, grazie alla resistenza maggiore, dura di più. Inoltre conferisce un aspetto più naturale al dente.

D’altro canto è più costoso.